Mutuo

Consulente in sede per soluzioni personalizzate

Nell’acquisto di un bene tramite Asta giudiziaria è possibile saldare il prezzo utilizzando un Mutuo ipotecario o altre forme di finanziamento.

Nelle Aste giudiziarie le modalità di pagamento sono soggette a regole interne alla specifica vendita. Di norma occorre saldare il prezzo entro un minimo di 60 fino a un massimo di 120 giorni dalla data di aggiudicazione.
È buona norma partecipare alla gara di vendita solo quando si è certi di aver ottenuto il benestare certo sicuro da parte della Banca che erogherà il mutuo nella quantità e nei tempi richiesti.
È sconsigliabile partecipare alla gara sulla base di una semplice “assicurazione” fatta allo sportello della banca sulla base di una generica verifica reddituale.
La Banca potrebbe successivamente rilevare anomalie sullo specifico immobile (assenza di agibilità, abusivismi non sanabili, ecc.) che gli impediscono la accettazione e la erogazione del finanziamento ipotecario.
E’ necessario che la Banca erogatrice del Mutuo sia “convenzionata” con il Tribunale del territorio in cui il bene è posto in vendita.
In assenza di convenzione, l’istituto di credito può eventualmente erogare un “prestito finanziario” fino a quando l’aggiudicatario non sarà diventato formalmente proprietario e far scattare il Mutuo subito dopo.

Per offrire il massimo di garanzia di un acquisto tramite Mutuo, il nostro studio offre la presenza in sede di un qualificato “Consulente del credito” per una:

  • accurata analisi delle caratteristiche e delle esigenze del cliente;
  • personalizzazione delle soluzioni, identificate in funzione delle specifiche esigenze e caratteristiche del cliente; 
  • consulenza specifica su tutte le tematiche rilevanti nella personale scelta di indebitamento;
  • rapidità circa la delibera delle operazioni.