fbpx

Le parole che servono

Un glossario di tutti i termini relativi al settore delle aste giudiziarie

Pertinenza

La pertinenza si può definire come cosa “accessoria" rispetto alla cosa principale.

Più specificamente si intende “una cosa o più cose destinate in modo durevole a servizio o ad ornamento di un'altra cosa” (art. 817 del c.c.).

Il legame di “pertinenza” sorge nel momento in cui il proprietario della cosa principale o chi ha un diritto reale sulla medesima compie l'atto di destinazione, creando un vincolo che non è materiale, ma solo economico e giuridico. Poiché il vincolo pertinenziale ha natura reale, esso può essere opposto erga omnes, (nei confronti di tutti), fatti salvi eventuali diritti anteriori di terzi. Una “pertinenza” può essere acquistata anche con atto autonomo da quello dell’abitazione principale e non necessariamente ubicata nello stesso edificio complesso immobiliare. Le “pertinenze” hanno incidenza sui diversi regimi fiscali, (Irpef- Imu) e sulla vendita del bene (compravendita o vendita forzosa). Pertinenze abitative sono quelle catastalmente classificate nelle categorie C/2 (magazzini e locali depositi), C/6 (autorimesse), C/7 (tettoie chiuse o aperte). In caso di vendita/acquisto, ai fini della fruizione delle agevolazioni “prima casa”, può essere conteggiata una sola pertinenza tra quelle sopra elencate.