fbpx

Le parole che servono

Un glossario di tutti i termini relativi al settore delle aste giudiziarie

Revocatoria fallimentare

La revocatoria fallimentare è uno strumento di tutela dei creditori del fallito. E’ utilizzata per togliere efficacia agli atti che il fallito ha compiuto nell’arco di un periodo definito “sospetto” ( sei mesi, un anno o anche due anni) prima del fallimento. In questo modo denaro o beni che erano stati ceduti vengono riportati nel patrimonio del fallimento e possono essere utilizzati per soddisfare quanti vantino dei crediti.

In questo modo si impedisce che il fallito volontariamente disperda i propri beni o che danneggi alcuni creditori favorendone altri.

Nel caso di chi ha subito un’azione revocatoria, ovvero di colui che aveva concluso un affare con il fallito, prima che fallisse, è ammesso al passivo fallimentare, ovvero diventa un “creditore del fallimento”.

La “revocatoria” è proposta ed esercita dal “curatore fallimentare”.